Quantcast

Mille Miglia presentata al salone di Ginevra

Illustrata mercoledì all'evento internazionale in Svizzera dedicato ai motori. Partenza il 18 e ritorno il 21 maggio. Ma le premiazioni in piazza Loggia.

Più informazioni su

(red.) A poco più di due mesi dalla kermesse, mercoledì 8 marzo al salone internazionale dell’automobile a Ginevra, in Svizzera, evento più importante al mondo per i motori, è stata presentata la nuova edizione della Mille Miglia. Una conferenza stampa a livello internazionale, dopo quella bresciana, per illustrare i dettagli della rassegna che tornerà dal 17 al 21 maggio. Tra l’altro, con una serie di anniversari. Infatti, sarà la quarantesima edizione della rievocazione storica, mentre si celebrano i novant’anni dall’esordio della prima gara.

A presentare alla platea la Mille Miglia 2017 c’erano il presidente della società organizzatrice 1000 Miglia Srl Aldo Bonomi, il vice Franco Gussalli Beretta, il presidente dell’Aci Brescia Piergiorgio Vittorini, Giuseppe Cherubini del comitato operativo e Karl Scheufele di Chopard, il marchio di orologi sponsor della competizione. E’ stata l’occasione di illustrare i quasi 1.700 chilometri di percorso (appunto, mille miglia) sull’asse Brescia-Roma-Brescia. Previste quattro tappe lungo le strade storiche che porteranno le auto da viale Venezia di Brescia fino all’ombra di San Pietro e ritorno con il passaggio in altre città.

Saranno 695 le auto alla griglia di partenza e con equipaggi provenienti da 41 Paesi del mondo. Nei dettagli, la rievocazione storica partirà il 18 maggio per la prima tappa Brescia-Padova. Poi il 19 da Padova a Roma, il 20 da Roma a Parma e infine il 21 fino a Brescia. Il tenore mondiale e la suggestione saranno quelli di sempre, ma con una novità. Le premiazioni finali non si terranno al teatro Grande o San Barnaba, ma all’aperto in piazza Loggia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.