Quantcast

Stazioni e treni pronti, non i parcheggi

Mentre si procede con le inaugurazioni (Casazza, Marconi e Prealpino), si registra il ritardo nelle opere complementari che verranno ultimate a primavera.

(red.) La metropolitana partirà la seconda metà di febbraio. Forse. In ogni caso, il metrobus non sarà servito dai parcheggi scambiatori, ancora da ultimare e disponibili, secondo le previsioni, a primavera.
Si prosegue intanto con le inaugurazioni delle stazioni: dopo Casazza (sabato 12 gennaio) tocca a Marconi (il 19) e Prealpino (26 gennaio).
Lo stato di avanzamento dei lavori di superficie è stato illustrato mercoledì alla commissione Metrobus da Brescia Mobilità, convocata su richiesta del consigliere Pd Federico Manzoni.
Ne è emerso un quadro di ritardi complessivi per le infrastrutture che dovranno servire il metrò: l’unico parcheggio scambiatore pronto sarà infatti solo quello realizzato al complesso Futura di Casazza (166 posti acquistati al rustico e completati da Brescia Mobilità).
Tutti gli altri sono in attesa di essere completati. Come spiegato dai tecnici di Brescia Mobilità il ritardo è legato alla chiusura delle produzioni di asfalto durante il periodo invernale.
Il nodo più critico sul fronte parcheggi è quello rappresentato da Sant’Eufemia, dove i provati non hanno ancora consegnato, bonificata, l’area destinata agli stalli e contestata dalla Loggia.
Qualche posto auto  verrà recuperato sotto il viadotto (almeno nella fase iniziale di avvio del metro bus) e  mentre i parcheggi per bus e taxi verranno collocati inizialmente a nord della stazione.
Alla Poliambulanza sarà pronto il collegamento pedonale con via Bissolati, ma per i parcheggi si dovrà attendere Pasqua.
Nelle stazioni del centro i ritardi sono più sensibili: a San Faustino lunedì verranno inaugurati i lavori per l’allargamento del marciapiede su via del Castello per garantire gli accessi pedonali. In piazza Vittoria il rifacimento della superficie è in fase di appalto e partirà dopo la festa di San Faustino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.