Quantcast

Dopo il breve break torna la pioggia nel fine settimana previsioni

Più informazioni su

(red.) “Il tempo migliora sull’Italia ma l’eredità dell’ondata di freddo invernale si fa ancora sentire” – spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara. “Se ieri (mercoledì) il gelo è stato in alcuni casi da record sulle Alpi per aprile (-33,5°C alla Capanna Margherita, precedente record -29,6°C nell’aprile 2003), questa mattina abbiamo ritrovato valori in alcuni casi eccezionali anche sull’Appennino. In Abruzzo registrati ben -22,6°C ai Piani di Pezza, -20,4°C a Campo Felice e -8°C all’Aquila. Ma gelate tardive hanno interessato anche diverse aree di pianura, un danno per le colture con l’ulteriore aggravante che si tratta di un freddo secco. Ora ci attende una breve tregua con sole prevalente e addocilcimento termico, ma clima notturno e mattutino ancora piuttosto freddo”.

NEL WEEKEND TORNA LA PIOGGIA. Nel weekend tuttavia si cambierà registro, con una perturbazione atlantica che riporterà piogge e rovesci al Nord e in parte anche al Centro. Le precipitazioni saranno più incisive e abbondanti soprattutto da sabato sera e su Liguria, alta Toscana, Prealpi, alte pianure del Nord, mentre sulle Alpi torneranno nevicate diffuse ma in genere dalle quote medie.

Come già anticipato le temperature subiranno un deciso rialzo, per via dei venti di Scirocco che soffieranno a tratti anche con forte intensità tra sabato e domenica. L’addocilmento termico riguaderà soprattutto le temperature notturne ma anche le massime al Sud e sul medio versante adriatico, dove si potranno superare punte di 18-20°C. Picchi di oltre 22-23°C si potranno localmente registrare su Calabria e Sicilia tirrenica e sulla Sardegna occidentale. Al Nord e sul medio versante tirrenico le massime saranno invece in calo per via della maggiore copertura nuvolosa e delle precipitazioni.

Il tempo si manterrà vivace e instabile anche nella prossima settimana, almeno nella prima parte, con nuovi rovesci e anche qualche temporale ancora una volta più frequente al Centronord, ma questa volta possibile pure al Sud. Il tutto accompagnato da un nuovo calo delle temperature.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.