Peggiora il tempo, rischio nubifragi e grandine previsioni

Più informazioni su

(red.) Le avvisaglie del nuovo peggioramento che si concretizzerà sin dalle primissime ore di venerdì al Nord si scorgeranno già dalla sera precedente, quando dall’Atlantico un fronte avrà raggiunto le regioni settentrionali a partire dall’arco alpino. Lo rivelano le previsioni dei metereologi di 3bmeteo.com. La causa consisterà nel cedimento del bordo settentrionale dell’anticiclone e nel contemporaneo abbassamento di latitudine di una saccatura proveniente dal Nord Atlantico che piloterà il fronte in questione. Già nella notte questo valicherà le Alpi e si riverserà sulla Val Padana con fenomeni anche molto forti che in giornata si estenderanno alla Liguria e poi fino alle regioni centrali, specie adriatiche, determinando anche un sensibile calo delle temperature. Ma entriamo nel dettaglio previsionale per la giornata di venerdì:

METEO ITALIA VENERDÌ. Al Nord piogge e temporali già tra la notte ed il mattino su Alpi e Val Padana centro-orientale, in estensione in giornata ai restanti settori delle pianure e alla Liguria, anche di forte intensità e accompagnati da grandine e raffiche di vento. In serata tendenza ad attenuazione dei fenomeni all’estremo Nordovest. Al Centro inizialmente soleggiato o poco nuvoloso salvo addensamenti e locali piovaschi sull’alta Toscana. In giornata peggiora su Marche e parte dell’Umbria con rovesci e qualche temporale in locale sconfinamento alle zone interne abruzzesi e al Reatino, rovesci sulla dorsale toscana, rimangono condizioni più soleggiate su Toscana centro-occidentale, resto del Lazio e Sardegna. Al Sud permangono condizioni di tempo stabile e in prevalenza soleggiato, salvo un po’ di variabilità diurna lungo l’Appennino e sulle zone interne in genere. Temperature in calo al Centro-Nord, anche sensibile sulle regioni settentrionali dove si potranno perdere più di 10°C.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.