Ponte 2 giugno: tempo incerto tra addensamenti e schiarite, possibili piogge previsioni

Più informazioni su

(red.) Anche nei prossimi giorni l’Italia sarà terra di confine tra l’anticiclone presente sull’Europa occidentale e una circolazione depressionaria posizionata sui Balcani. Da giovedì sera e almeno fino al 2 giugno è infatti atteso un deciso incremento dell’instabilità atmosferica anche sul nostro Paese”, spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Andrea Vuolo, “con rovesci e temporali che interesseranno, ad intermittenza, le aree alpine e appenniniche, ma anche diversi settori costieri del Nordest e del Centrosud. Un primo veloce fronte freddo è atteso per la giornata di venerdì 29 maggio, il quale attraverserà l’Italia causando il passaggio di rovesci e temporali già nella notte tra giovedì e venerdì su Nordest ed Emilia-Romagna, in estensione in mattinata e nel pomeriggio a Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio ed entro la serata di venerdì anche su Molise, Puglia, Basilicata e Campania.”

PONTE DEL 2 GIUGNO A RISCHIO TEMPORALI. Per quanto riguarda più nel dettaglio il weekend del 30-31 maggio e fino al 2 giugno, l’elevazione e il rinforzo verso il Nord Europa da parte dell’anticiclone, favorirà un rinvigorimento delle correnti orientali, più fresche e instabili, sull’Italia. Secondo le ultime elaborazioni modellistiche è da attendersi infatti una spiccata variabilità, con fasi soleggiate alternate ad annuvolamenti, da cui potranno prender vita anche veloci acquazzoni e temporali a evoluzione diurna, più probabili a ridosso dei rilievi alpini e appenninici, ma con locale interessamento anche delle vicine aree pianeggianti, specie del Centro-Nord. Insomma, la classica dinamicità meteorologica che da sempre contraddistingue la seconda parte della Primavera. Data comunque la distanza temporale ancora abbastanza elevata per questo tipo di fenomenologia, seguiranno ulteriori importanti aggiornamenti nei prossimi giorni.

CALDO COMUNQUE MAI ECCESSIVO. Le temperature, grazie alle correnti orientali più fresche provenienti dai Balcani, si manterranno gradevoli pressoché su tutta la Penisola, con caldo mai eccessivo e anzi, clima a tratti fresco lungo il versante adriatico, più direttamente esposto ai venti nordorientali, talora anche con valori termici localmente inferiori alle medie del periodo. Le massime pomeridiane non dovrebbero superare i 25-28°C nei prossimi giorni, con i picchi più elevati attesi sui settori centrali tirrenici e nelle aree interne delle Sud e delle Isole maggiori.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.