Fine settimana variabile, poi freddo dall’Artico previsioni

Più informazioni su

(red.) “Ci attende un fine settimana assai variabile sull’Italia tra nubi irregolari, sprazzi di sole e qualche pioggia” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega – “in particolare le regioni del Centrosud e le Isole Maggiori potranno ancora essere interessati da qualche rovescio o temporale sparso, certamente meno intenso rispetto ai giorni scorsi e comunque alternato ad ampi spazi assolati. Al Nord tempo asciutto e almeno parzialmente soleggiato, salvo qualche precipitazione in arrivo sul finire di domenica a partire da Alpi e Prealpi”.


PROSSIMA SETTIMANA SECONDO COLPO DI CODA DELL’INVERNO, MALTEMPO E NEVE A QUOTE BASSE.
L’inverno, che fino a metà marzo è stato quasi totalmente assente, batterà di nuovo il colpo nella prossima settimana con una seconda sferzata fredda. Questa volta i venti gelidi non arriveranno dalla Siberia ma direttamente dall’Artico: freddo che dopo aver dilagato su gran parte d’Europa interesserà almeno in parte anche l’Italia, dando vita a una nuova circolazione di bassa pressione. Tra lunedì e martedì prossimo ci attendiamo dunque condizioni di maltempo dapprima al Nord poi al Centro, con piogge, temporali e netto calo termico, tanto che la neve potrebbe cadere a quote molto basse sulle regioni Settentrionali (a tratti non esclusa in pianura), sotto i 1000m anche sull’alta Toscana. Nei giorni a seguire piogge e rovesci dovrebbero invece concentrarsi sulle regioni meridionali, il tutto accompagnato da temperature sotto le medie del periodo e venti a tratti forti.”

 

ONDATA DI FREDDO IN ARRIVO SU QUASI TUTTA EUROPA. Mentre l’Italia sarà interessata da un nuovo vortice ciclonico, gran parte d’Europa farà i conti con i gelidi venti artici che dilagheranno praticamente ovunque, con la sola probabile eccezione dei Balcani. Le temperature saranno in nuovo tracollo dalla Scandinavia alla Spagna, passando per Francia, Inghilterra e tutti gli Stati centro-orientali: si potranno registrare così gelate tardive e locali nevicate fino in pianura, persino sui settori spagnoli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.