Quantcast

Maltempo, Mazzunno chiede 6,6 mln calamità

5,6 milioni di danni dalle frane e smottamenti e un altro milione dalle case e terreni privati. Già partita la richiesta per la situazione in Lombardia.

(red.) La frazione di Mazzunno ad Angolo Terme, in Valcamonica, nel bresciano, ha già presentato una richiesta alla Regione Lombardia per lo stato di calamità naturale dopo la tempesta di martedì 11 giugno. La comunità è stata la più colpita in tutta la provincia, tanto che decine di famiglie sono state costrette a lasciare le proprie case. Ad oggi si parla di 6,6 milioni di euro di danni e, dopo la maggior parte dei rientri già avvenuti tra i residenti, dovrebbe essere il turno anche degli ultimi.

La località camuna era stata interessata da una serie di frane e smottamenti e ora si attendono i lavori più urgenti che dovrebbero richiedere circa 700 mila euro. Si parla di sei frane per un danno da 5,6 milioni e un altro milione che riguarda le abitazioni e i terreni dei privati. Al momento via Bregno resta ancora chiusa via Bregno, mentre è stato disposto un senso unico alternato in viale Terme.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.