Quantcast

La scomparsa di Giancarlo Tarquini, guidò la Procura di Brescia

(red.) Giancarlo Tarquini, magistrato, giurista ed ex procuratore capo di Brescia è morto a 82 anni  a Reggio Emilia, dov’era nato il 30 gennaio 1939. Aveva iniziato come pretore a Pavia e poi sostituto procuratore a Parma per approdare come pubblico ministero a Reggio per 19 anni. Poi altri sette anni a Parma come procuratore capo e infine l’arrivo nel 1997 alla guida della Procura di Brescia.
Dopo una carriera in magistratura lunga 43 anni, nel dicembre del 2010 – all’età di 70 anni – era andato in pensione. Nella nostra provincia ha coordinato inchieste importanti come il sequestro dell’imprenditore tessile Giuseppe Soffiantini nel 1997 e l’omicidio di Desirée Piovanelli, la ragazza di 14 anni uccisa a Leno il 28 settembre 2002, il delitto dei coniugi Donegani e l’assassinio di Clara Bugna, moglie di Bruno Lorandi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.