Quantcast

inquinamento, Degli Angeli a Regione: «Servono risorse, personale e volontà politica»

Più informazioni su

(red.) Marco Degli Angeli (M5s): «Ho interrogato la Giunta per conoscere lo stato dell’arte relativo allo studio epidemiologico cremonese, fermo ormai da tempo perché rimasto senza un gruppo interno di ricerca. L’obiettivo è quello di comprendere se vi sia l’intenzione o meno di bandire concorsi per sostituire permanentemente le posizioni ad oggi vacanti. Regione Lombardia deve dirci se abbia o meno l’intenzione, al fine di non perdere il know how precedentemente acquisito, di essere parte attiva nei confronti di Ats Valpadana affinché venga costituto un gruppo di ricerca interna permanente, in grado collaborare e partecipare attivamente ai tavoli istituzionali delle Conferenze di Servizio, ma soprattutto capace di supportare i decisori politici nelle scelte di programmazione ambientale e sanitaria. Servono risorse, servono bandi e serve personale, ma soprattutto serve la volontà politica di affrontare in maniera concreta e sistemica il problema dell’inquinamento in Lombardia. Si tratta di una scelta determinante non solo per Cremona, ma per tutto il territorio regionale. La Giunta deve dar seguito all’impegno preso la scorsa estate in fase di assestamento di bilancio, quando ha approvato un ordine del giorno a mia prima firma avente come oggetto “Promozione di studi epidemiologici ad hoc su tutto il territorio lombardo”».

Conclude Degli Angeli: «La questione di Cremona non può essere ulteriormente ignorata, sarebbe invece opportuno divenisse il modello da cui iniziare a lavorare su scala regionale. Ogni Osservatorio epidemiologico dovrebbe prevedere una solida presenza di una UOC (Unità operativa Complessa), capace di operare a pieni regimi e in totale autonomia. Ad oggi Ats Valpadana è completamente sguarnita. In una fase come questa, è fondamentale aver un presidio sanitario solido a garanzia della salute dei cittadini».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.