Quantcast

Ticket, Girelli: “Regione risolva pasticcio codici esenzione”

Più informazioni su

(red.) “Alla precarietà economica dovuta alla pandemia per molte famiglie è arrivata anche la beffa delle multe di Ats. A centinaia di pensionati o disoccupati lombardi in difficoltà sono arrivati infatti oltre cinquemila verbali da parte delle Ats, perché nel 2016 e nel 2017 hanno erroneamente utilizzato i codici di esenzione E01, E04, E02 ed E12 – non sapevano di non aver più diritto alle agevolazioni economiche in quanto la loro condizione era nel frattempo cambiata – spiega il consigliere regionale Gianni Girelli – Posto che non intendiamo discutere dei criteri per gli aiuti economici, crediamo tuttavia che la vicenda dei rimborsi retroattivi maggiorati abbia un che di surreale. E vada pertanto gestita con intelligenza e rapidità. Per questo chiediamo che Regione Lombardia, che già ha capito il pasticcio, dia seguito in tempi brevi a una soluzione ragionevole per tutte i cittadini interessati”.

“In base alla normativa, la sanzione amministrativa prevede il pagamento di due volte il costo del ticket – continua il consigliere regionale Gianni Girelli – Inoltre non è concessa nessuna possibilità di rateizzazione, se non in caso di decreto ingiuntivo. Crediamo che esista una distinzione, non meramente linguistica, tra cittadini che sbagliano non sapendo e cittadini che sbagliano sapendo. Gli errori si pagano, ovvio, però non si capisce l’accanimento contro chi involontariamente ha violato in buona fede le norme. La cultura del sospetto e la tendenza a considerare tutti maldestri approfittatori della cosa pubblica sono profondamente sbagliate. Non solo culturalmente”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.