Quantcast

Borghi storici, Massardi (Lega): “Ben 15 milioni nel territorio bresciano”

Guarda nel dettaglio i contributi per Lonato, Gardone Riviera, Palazzolo sull’Oglio, Iseo, Ome, San Gervaso Bresciano, Toscolano Maderno, Borgo San Giacomo, Vezza d’Oglio, Ospitaletto, Pisogne, Artogne, Gussago, Gavardo, Berzo Inferiore, Bienno , Alfianello, Verolavecchia, Marcheno, Gargnano, Sale Marasino.

(red.) “Questo ulteriore bando conferma l’interesse di Regione Lombardia focalizzato sui piccoli comuni e borghi che caratterizzano gran parte delle nostre aree montane e aree interne. Questi borghi sono caratterizzati da un’abbondanza di varietà di natura e cultura, di sfumature idiomatiche e patrimoni non scritti che costruiscono un’identità fatta di diversità ambientali e di saperi. Sono loro a rendere unica la Lombardia.” Così Floriano Massardi, vicecapogruppo regionale della Lega, esprime soddisfazione per l’esito del bando di Regione Lombardia sulla riqualificazione e valorizzazione turistico-culturale dei borghi storici.
Il bando è finalizzato alla realizzazione di interventi pubblici relativi ad aree/immobili di proprietà pubblica e di pubblico interesse volti alla riqualificazione urbana e territoriale dei borghi storici in un’ottica di sviluppo locale e valorizzazione del turismo culturale, quale azione di incentivo agli investimenti per la ripresa economica. 60 milioni di euro investiti, di cui oltre 15 milioni nel territorio bresciano. Nel dettaglio:

 

Lonato del Garda (326.370 euro), Gardone Riviera (341.775 euro), Palazzolo sull’Oglio (500 mila euro), Iseo (1 milione di euro), Ome (803 mila euro), San Gervaso Bresciano (999.989,24 euro), Toscolano Maderno (1 milione di euro), Borgo San Giacomo (848.960 euro), Vezza d’Oglio (900.000 euro), Ospitaletto (600 mila euro), Pisogne 696.969,70 euro), Artogne (445 mila euro), Gussago (918.800 euro), Gavardo (1 milione di euro), Berzo Inferiore (1 milione di euro), Bienno (1 milione di euro), Alfianello (1 milione di euro), Verolavecchia (400 mila euro), Marcheno (192 mila euro), Gargnano (850 mila euro), Sale Marasino (345 mila euro).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.