Quantcast

Massardi, “finalmente possiamo celebrare gli alpini e il loro sacrificio”

Più informazioni su

(red.) Ricorre oggi la prima Giornata regionale della Riconoscenza per la solidarietà e il sacrificio degli Alpini, istituita nel settembre 2020 dal Consiglio Regionale della Lombardia, per diffondere i valori storici, sociali e culturali degli Alpini e supportarne le attività di aiuto e di volontariato che ne caratterizzano l’operato.

“Poter celebrare gli Alpini e il loro sacrificio oggi, nella prima Giornata regionale a loro dedicata, è per me motivo di estremo orgoglio. Gli Alpini rappresentano al meglio i più alti valori della nostra nazione: la coesione, lo spirito di fratellanza e l’altissimo senso civico” dichiara Floriano Massardi, vicecapogruppo in Consiglio Regionale per la Lega e relatore della legge istitutiva della Giornata, che prosegue:
“Particolarmente, in questo momento di emergenza sanitaria, sin dai primi giorni in cui si è diffusa la pandemia da Covid19, l’Associazione Nazionale Alpini ha fattivamente collaborato in aiuto della cittadinanza, dando un contributo fondamentale; penso a quanto è stato fatto dagli Alpini a Bergamo nei giorni più drammatici della prima ondata pandemica dove, mettendo a repentaglio la propria salute, hanno cooperato in modo encomiabile alla realizzazione dell’ospedale da campo alla fiera, che proprio in questa data in cui oggi cade la Giornata della Riconoscenza, venne benedetto dal Vescovo di Bergamo, Mons. Francesco Beschi”.

“Oggi come ieri, i valori che incarnano gli Alpini sono fondamentali per la nostra comunità e ritengo imprescindibile che vengano trasmessi alle generazioni future. Per questo fui proponente della legge che oggi ci permette di celebrare questa ricorrenza. Stamane ho partecipato all’alzabandiera di Serle e nel pomeriggio mi recherò a Bergamo. Da alpino tra gli Alpini, teniamo viva la memoria e portiamo in alto l’amicizia, la solidarietà e la fratellanza che questo straordinario gruppo di persone rappresenta” conclude Massardi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.