Carzeri (FI): siano vaccinati contro il covid anche gli operatori del settore funebre

Più informazioni su

(red.) Durante il Consiglio Regionale di ieri è stata depositata una mozione urgente con la richiesta di inserire tra le categorie prioritarie, a cui somministrare le dosi vaccinali, anche gli operatori del settore funebre. Prima firmataria il consigliere regionale monteclarense Claudia Carzeri, Presidente della V Commissione per territorio, trasporti ed infrastrutture.

 

“Una richiesta importante per tutelare anche questo settore – commenta il consigliere regionale Claudia Carzeri – che sta fronteggiando il Covid 19 in prima linea, garantendo servizi altrettanto primari.”

“Gli operatori del settore funebre in questi mesi sono stati fortemente colpiti dal virus, dovendosi necessariamente tutelare con attenzione – prosegue Carzeri – per prestare tutti gli adempimenti necessari alla tumulazione dei deceduti, potenzialmente infetti.”

Un’azione per tutelare un settore composto, nella maggioranza dei casi, da imprese funebri a gestone familiare e, pertanto, la positivizzazione di un operatore potrebbe compromettere l’intera impresa, con conseguenze non solo in campo sanitario, ma anche economico.

“Non aver previsto anche la loro vaccinazione – prosegue Carzeri – è una grave mancanza che occorre rimediare anche con l’inserimento nella seconda fase. Tale mancanza potrebbe infatti compromettere la salute di lavoratori che dal primo giorno della pandemia non si sono sottratti a garantire un servizio essenziale che deve essere mantenuto anche nei prossimi mesi.”

“Questa mozione, come altre presentate in Consiglio negli ultimi mesi – conclude Carzeri – dimostra come la politica della maggioranza sia attenta alle fragilità che la nostra Regione sta attraversando in questo delicato momento, ponendo l’attenzione su un Governo nazionale assente, che dimentica troppo spesso le esigenze di interi settori della nostra comunità. Il nostro lavoro lo testimoniamo in aula con azioni di questo tipo e non con le inutili manifestazioni mediatiche da parte dell’opposizione, messe in scena ieri durante il Consiglio Regionale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.