Quantcast

Ghiroldi (Lega): “Oltre 200 milioni per il territorio con i miei ordini del giorno”

(red.) Approvati gli Ordini del Giorno della Lega al Bilancio di Previsione 2021-2023 per l’utilizzo del Fondo Interventi per la ripresa economica inerenti anche alla realizzazione di importanti opere nei comuni della Provincia di Brescia. Nel merito è intervenuto il proponente e firmatario, consigliere regionale Francesco Ghiroldi.

 

“Regione Lombardia – spiega Ghiroldi – con questo Bilancio di Previsione triennale, ha posto in essere un enorme sforzo economico, mettendo sul piatto una cifra mai vista prima in un bilancio regionale: 3 miliardi di euro dedicati al Fondo interventi per la ripresa economica.
Nell’ambito di questo stanziamento ho voluto presentare una serie di ordini del giorno che impegnano la Giunta regionale alla realizzazione di opere anche sul territorio bresciano e della Valle Camonica, oltre a somme funzionali per i settori produttivi, agricoli, turistici, con particolare attenzione per le aree montane.
Fra queste, l’opera di maggiore impatto economico è rappresentata dal finanziamento in favore delle Comunità montane per interventi agricoli, di tutela del territorio e per le aree protette, con uno stanziamento di oltre 30 milioni di euro sul triennio 2021-23. Essere riuscito ad ottenere questo stanziamento, di importantissimo valore economico, è mio motivo di orgoglio: la tutela della montagna e delle sue comunità sono un aspetto fondamentale del mio impegno politico”.

 

“A questi fondi, si aggiungono inoltre – continua Ghiroldi – circa 6 milioni di euro per opere pubbliche in vari comuni della Val Camonica e del lago d’Iseo. “Infine, è stato per me un piacere poter sottoscrivere ordini del giorno del Gruppo Lega, che interesseranno anche il territorio camuno, quali, su tutti: 6 milioni di euro per le opere di difesa del suolo finalizzate ai corsi d’acqua, oltre 2 milioni di euro per l’implementazione dei musei e dei siti archeologici Unesco, 2 milioni di euro per la tutela dei rifugi alpini, 12 milioni di euro di incentivi per la riqualificazione e lo sviluppo dei comprensori sciistici e infine 12 milioni a favore della Protezione Civile regionale e del Servizio Antincendio boschivo” conclude Francesco Ghiroldi.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.