Quantcast

Referendum Lombardia; “atto di buon senso”

Roberto Maroni riprende la consultazione in programma il prossimo 22 ottobre: "Servirà per affrontare e risolvere ancora meglio questioni concrete che ci riguardano".

(red.)  “Non credo che un lombardo possa dire di no a un referendum che serve per permetterci di avere più risorse per affrontare e risolvere ancora meglio questioni concrete che ci riguardano. Nessun cittadino di buon senso, a prescindere dal colore politico, può pensarla diversamente. Quindi mi aspetto che tutti i lombardi vadano alle urne il 22 ottobre e votino sì”.

Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, conversando con i giornalisti a margine della cerimonia di consegna delle Stelle al Merito del Lavoro, in corso al Conservatorio ‘Giuseppe Verdi’ di Milano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.