Quantcast

“Accuse infondate: non mi dimetto”

"Nella vicenda Maugeri, finora le accuse non sono dimostrate", ha detto Formigoni, ospite di Otto e mezzo su La7. "Attenzione spasmodica su di me".

(red.) Roberto Formigoni non si dimetterà se rinviato a giudizio e “non capiterà”, di essere condannato in primo grado. Lo ha detto lo stesso presidente uscente di Regione Lombardia Roberto Formigoni, ospite di Otto e mezzo su La7.
Nella vicenda Maugeri, finora le accuse non sono dimostrate”, ha detto Formigoni. “Vediamo come gli accusatori le motiveranno nel corso del processo. Già per undici volte”, ha ricordato Formigoni, “sono stato sempre assolto e sono uscito dai processi a testa altissima. Andrò al processo, mi confronterò con la magistratura inquirente perché ho rispetto per le istituzioni”.
Alla conduttrice Lilly Gruber, che gli ha chiesto se si è in presenza di un complotto, Formigoni ha replicato: “C’è un’attenzione spasmodica su di me. Mi hanno accusato di ogni cosa e del suo contrario”. Riguardo al denaro contante che avrebbe ricevuto, “mi dicessero dov’è e dove l’ho speso, io non ho mai preso una lira da nessuno”, ha detto Formigoni. “Le accuse contro di me sono infondate”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.