“Servizio sanitario, il Governo chiarisca”

Allarmano il presidente della Regione Roberto Formigoni le parole del premier Monti sui tagli alla Sanità. "Quali servizi verranno ridotti e con quali modalità?".

Più informazioni su

(red.) Le dichiarazioni di del presidente del Consiglio Mario Monti sul Servizio sanitario nazionale “ci preoccupano moltissimo”.
E’ necessario ora che “il Governo chiarisca esattamente cosa significa che ‘la sostenibilità futura potrebbe non essere garantita’, ossia in quale misura e in che percentuale i servizi non saranno più assicurati ai cittadini”.
Lo ha affermato il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni. “Quelle di Monti”, ha spiegato Formigoni, “non sono affermazioni di poco conto, tenendo presente anche la costante riduzione del Fondo sanitario nazionale, che, per la prima volta nel 2013, diminuirà in cifra assoluta, mentre in passato cresceva meno di quanto avrebbe dovuto, rispetto all’inflazione delle spese sanitarie, che è circa il doppio di quella del Paese”.
I continui tagli “che colpiscono soprattutto le Regioni virtuose come la Lombardia”, uniti al mancato rinnovo del patto della Salute, “che detta i criteri di distribuzione e di utilizzo dei fondi”, sono, secondo Formigoni, “due fatti gravi, a cui si sono aggiunte oggi le affermazioni di Mario Monti, che provocano un allarme straordinariamente serio”.
Mercoledì, ha riferito Formigoni, i presidenti di Regione incontreranno al Senato i capigruppo dei partiti che sostengono il governo Monti per parlare di spending review e, visti gli sviluppi odierni, anche del Servizio sanitario nazionale. “Il Governo”, ha sottolineato Formigoni, “deve assumersi fino in fondo la responsabilità di dire ai cittadini in cosa consisterà questa diminuzione di servizi e come si intende intervenire di conseguenza”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.