Quantcast

Ticket, esenzione per cassintegrati nel 2013

E' quanto prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale, che modifica e aggiorna il provvedimento varato lo scorso 25 ottobre. Cambiano i requisiti.

(red.) L’esenzione dal pagamento del ticket sanitario per esami, visite e farmaci, per disoccupati e cassintegrati (per questi ultimi in vigore dal 1 gennaio 2010), viene confermata anche per il 2013. Cambiano, a partire dal 1 gennaio dell’anno prossimo, i requisiti per ottenere questa esenzione.
E’ quanto prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Sanità, Mario Melazzini, che modifica e aggiorna il provvedimento varato lo scorso 25 ottobre.
“Abbiamo deciso di confermare questa misura di esenzione dal ticket”, ha spiegato Melazzini, “per venire incontro e dare un aiuto concreto alle persone e alle famiglie che stanno attraversando un periodo non facile a causa della crisi economica. Allo stesso tempo abbiamo introdotto alcuni nuovi parametri a tutela delle persone veramente bisognose e per evitare un uso improprio di questa agevolazione”.
I nuovi parametri introdotti per il diritto all’esenzione sono del tutto analoghi a quelli già adottati ad esempio dalla Regione Emilia Romagna.
I NUOVI REQUISITI Dal 1 gennaio 2013 dunque, saranno esenti dal pagamento del ticket: i disoccupati iscritti agli elenchi dei centri per l’impiego (compresi i familiari a carico) con un reddito familiare pari o inferiore a 27.000 euro all’anno; le persone in cassa integrazione straordinaria o in deroga o in mobilità (compresi i familiari a carico) che percepiscano una retribuzione, comprensiva dell’integrazione salariale o indennità, corrispondente ai massimali mensili previsti dalla circolare Inps n. 20 dell’8 febbraio 2012, per il periodo di durata di questa condizione; le persone con contratto di solidarietà (compresi i familiari a carico) che percepiscano una retribuzione, comprensiva dell’integrazione salariale, corrispondente ai massimali mensili previsti dalla circolare Inps n. 20 dell’8 febbraio 2012 per la cassa integrazione, per il periodo di durata di questa condizione.
Le condizioni necessarie per l’esenzione dovranno essere autocertificate dagli interessati presso l’Asl di competenza, che rilascerà l’attestazione.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.