Quantcast

“In vacanza con Daccò, ma in gruppo”

Così il governatore lombardo Roberto Formigoni ha spiegato i suoi rapporti con il faccendiere che gli avrebbe regalato viaggi aerei e soggiorni.

(red.) ”Il signor Daccò lo conosco da 30 anni, mi è capitato di passare qualche giorno di vacanza con lui in gruppo”.
Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, interpellato dai giornalisti sui suoi rapporti con Pierangelo Daccò, coinvolto nell’inchiesta sul San Raffaele e la Fondazione Maugeri. ”Nel gruppone c’era anche lui”, ha aggiunto, “ma e’ ovvio che ciascuno fa il suo mestiere, le persone sono libere e indipendenti”.
Formigoni ha risposto ai giornalisti dopo le notizie in particolare di una vacanza a Parigi che gli sarebbe stata pagata da Pierangelo Dacco’.
”Dov’è il problema? Anzitutto”, ha spiegato il presidente della Lombardia, “verificherò se quel viaggio davvero l’ho svolto”. Formigoni ha raccontato di essere solito viaggiare in gruppo, occasione in cui ”a fine vacanza si fanno i conti”, di quanto speso durante soggiorno. ”Io, come tutti gli italiani, faccio vacanze di gruppo”, ha aggiunto il governatore, che poi ha parlato di ”giornalista triste, sfigato e malinconico” riferendosi a chi ha firmato il servizio sul viaggio.
”Quello che è grave”, ha quindi allargato il discorso, “è la speculazione politica, il fango, l’attacco mediatico contro Roberto Formigoni e la Regione Lombardia, da cui mi difenderò”. Secondo Formigoni, infatti, il ”nostro buon governo dà fastidio a molti e in questo momento di crisi della politica a livello nazionale evidentemente c’è chi ha interesse a indebolire e denigrare l’amministrazione italiana più forte dopo il governo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.