Quantcast

Regioni, costi politica? Fino a 82 euro al minuto

Panorama sui livelli di improduttività dei consigli. Il record negativo spetta a quello della Campania. In Lombardia, nel primo trimestre 2012, le sedute sono state sei.

(red.) Nove ore e cinque minuti netti: a tanto ammonta il lavoro svolto dal consiglio regionale della Campania in quasi tre mesi. I 61 consiglieri hanno dunque guadagnato 4.911 euro al mese per ogni ora di seduta: 82 euro al minuto. E’ uno dei tanti record di improduttività dei consigli regionali cui il settimanale Panorama, nel numero in edicola giovedì 29 marzo, dedica la sua copertina.
Dalla Valle D’Aosta alla Sicilia, tra il 1° gennaio e il 25 marzo 2012, i consiglieri regionali si sono riuniti da un minimo di 4 a un massimo di 18 volte. Nello stesso periodo, per fare un paragone, Panorama calcola che la Camera dei deputati si sia riunita 39 volte. Il risultato peggiore è quello del Trentino-Alto Adige: 4 sedute. Si sono fermate a 5 sedute le assemblee in Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Molise e Umbria. Sei sedute, invece, per Abruzzo, Basilicata, Lombardia e Marche.
Anche il lavoro nelle commissioni, rivela Panorama, è stato spesso modesto. In Lombardia, tra gennaio e febbraio, la commissione Bilancio si è riunita in totale per 2 ore e 55 minuti. Lo stesso tipo di commissione si è riunita tre volte in Puglia e quattro in Calabria. Capitolo a parte è quello delle commissioni speciali. Come quella sulle infiltrazioni mafiose creata in Umbria: così necessaria da essere stata convocata una sola volta nel 2012. Mentre in Lazio, nonostante la bocciatura del governo alla candidatura di Roma, resta in vita la commissione per le Olimpiadi, che pure si è riunita 2 volte negli ultimi 13 mesi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.