Quantcast

Dieci giorni in acqua: salvato cane da caccia

Brutta disavventura per l'animale, che era caduto in un dirupo, dopo un salto di 15 metri, nella zona di Bazena. Lo hanno trovato affamato e stanco, ma non ferito.

(red.) E’ rimasto per dieci giorni bloccato nel torrente, senza cibo, ma per fortuna con molta acqua a disposizione.
Nella mattinata di venerdì 12 ottobre, i tecnici del Soccorso alpino della Stazione di Breno hanno recuperato un cane da caccia, caduto in un dirupo, per un salto verticale di una quindicina di metri, nella zona di Bazena, in località Le Santìe, nella provincia di Brescia. Il proprietario, un cacciatore della Media Valcamonica, lo aveva smarrito giorni fa durante un’uscita.
Non riuscendo a rintracciarlo, aveva però avvisato il gestore del rifugio Bazena. E’ stato proprio il rifugista a sentire i lamenti del cane e ad avvisare l’uomo. L’animale era molto affamato e stremato ma non ferito e così ha potuto tornare a casa.


            
            
           
        

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.