Quantcast

“Semiramide. Una veggente nel Novecento da Mussolini a Nilla Pizzi”, martedì in Aab

Più informazioni su

(red.) Martedì 7 dicembre alle ore 18, nella sede della Aab in vicolo delle Stelle 4, viene presentato il libro del giornalista bresciano Massimo Tedeschi “Semiramide. Una veggente nel Novecento da Mussolini a Nilla Pizzi” (Scholé, pp. 218, euro 18). Con l’autore dialoga Dino Santina, direttore dell’Aab.
Predisse il futuro a Italo Balbo, a Claretta Petacci, allo stesso Mussolini e a moltissime persone spinte dalla curiosità o dalla disperazione. Amica della vedova di D’Annunzio, di scrittori, politici, intellettuali, attori, Semiramide (1907-1962) fu una sensitiva, chiromante e grafologa fra le più note. Attorno a lei e alla sua abitazione a Sarezzo – villa Usignolo – fiorirono leggende cupe. Dotata di personalità e sensibilità non comuni, riuscì a costruire un personaggio misterioso e perturbante, idolatrato da un paese fiducioso nella magia e negli oroscopi. La sua biografia è un pezzo di storia italiana del Novecento.

Locandina Semiramide Massimo Tedeschi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.