Quantcast

Lettere al direttore

Andrea Zucchini: Crocefissa e la panchina arcobaleno “di Pirro”

Sono lieto di comunicare che la panchina arcobaleno è stata approvata al Cdq Crocefissa. Dopo un parto durato più di un anno.
Siamo arrivati alla panchina arcobaleno dopo la mancata promessa di inserimento dell’associazione promotrice, e dopo una violazione del regolamento per mancata convocazione del presidente, su richiesta dei tre consiglieri ad ottobre 2020. Oggi l’Odg discusso non è conforme alla richiesta perché non è “il consigliere Zucchini che propone la panchina arcobaleno” ma i seguenti punti:
– Adesione alla panchina Arcobaleno contro l’omofobia promossa da Arcigay Orlando Brescia da realizzare (pitturando quella presente) nel parco Topazio (angolo Frigerio/Biseo). Il consiglio è stato avvisato dal presidente nella mail del 22/05/2020.*
– Adesione alla campagna nazionale “Dà voce al rispetto”  https://www.davocealrispetto.it/legge-zan-disegno-di-legge-contro-lomotransfobia-e-la-misoginia/  a supporto del DDL Zan contro l’omofobia, la transofobila, misoginia ed abilismo.
Io non chiedo rispetto, io lo esigo!
Per gli ordini del giorno proposti in Consiglio, per la convocazione di consiglio fatta dai tre consiglieri (venuta meno con conseguente violazione del regolamento), per Arcigay l’associazione promotrice. Non è il consigliere Zucchini che propone la panchina arcobaleno al Cdq Crocefissa ma è l’associazione Arcigay Orlando! L’Odg originario è stato richiesto e sollecitato più volte sia al presidente sia attraverso lettere al protocollo (per conoscenza Assessore Cantoni e Sindaco) dove sono stato costretto ad andare per far valere le mie prerogative, comunque venute meno.
Vorrei sapere se negli altri consigli le violazioni del regolamento del presidente non portano alcuna conseguenza. Vorrei sapere se in altri Consigli le mozioni proposte da più di 1/3 dei consiglieri vengono ignorate dalla presidenza e stravolte. Se anche le lettere protocollate con invito a cambiare l’Odg vengono ignorate. Il Consiglio di quartiere Crocefissa è un consiglio più uguali degli altri?
Il Cdq Crocefissa è la dimostrazione di quanta strada ci sia ancora da fare, non solo per i diritti per le persone LGBT, ma anche per il rispetto delle regolamento, dei consiglieri e della associazione promotrice.
 Il Cdq Crocefissa è lo specchio dell’Amministrazione Comunale dove una panchina simbolo contro la violenza (ha importanza verso chi?) non viene colorata per chi si sente in diritto di ignorare parte della richiesta della cittadinanza. Panchine posate nelle grandi città ma anche nelle vicine Bergamo e Cremona. Brescia evidentemente è più uguale di altre città.
Oggi festeggiamo una panchina che nei fatti non ci sarà! Non la panchina arcobaleno del consigliere Zucchini, ma di Pirro!
Andrea Zucchini, conigliere del comitato di quartiere di Crocefissa di Rosa, Brescia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.