Quantcast

Lettere al direttore

Un’altra donna vittima di omicidio; dolore, indignazione e rabbia non bastano più

Egregio Direttore,
Ancora una donna vittima di una violenza assurda.
La violenza di genere è in aumento: è incontrovertibile. Solo partendo dalla scuola, si potrà vedere con le future generazioni una drastica frenata … Di cui, non dimentichiamolo mai, sono vittime le donne e i figli. Ecco, partiamo da qui. Dalle ragioni di chi subisce quella violenza. E lavoriamo per mettere innanzitutto al riparo donne e minori. Perché la violenza di genere, inutile girarci intorno, è anche esito di quella mentalità che preferisce fornire alibi alla volontà di controllo e possesso che uomini violenti tendono ad esercitare nei confronti delle donne. Ecco perché, come ho spesso detto, la violenza di genere è, anche, un problema culturale, che come tale investe l’intera comunità, non solo le donne, spesso sole prima e dopo. In questa battaglia culturale le donne e gli uomini che fanno informazione svolgono un ruolo fondamentale. Anche educativo. E’ anche loro il compito di smantellare gli alibi di qualsiasi natura. Perchè quando questo accade nella aule giudiziarie dove si celebra l’ennesimo processo per femminicidio è, veramente, troppo tardi.

Dolore, indignazione, rabbia. Non bastano più.

Celso Vassalini, Brescia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.