Quantcast

Lettere al direttore

Una legge sulla transizione generazionale sul modello francese

Più informazioni su

l’Onorevole Audrey Dufeu, ha presentato in Francia una proposta di legge a favore delle persone anziane. La legge prevede tre obbiettivi:
Obiettivo 1: rafforzare i diritti degli anziani Garantire una migliore rappresentanza degli anziani negli organi decisionali (ad esempio: partecipazione ai consigli di amministrazione delle case di cura)Garantire condizioni di pari diritti e opportunità per i cittadini anziani (ad esempio: accesso al servizio pubblico)Organizzare con i consigli dipartimentali il supporto degli anziani da parte di una terza parte fidata (“terzo pari”), per aiutarli se necessario nel prendere qualsiasi decisione ntegrare la longevità tra le missioni del Consiglio Nazionale Etico (CCNE) Organizzare ogni tre anni una conferenza nazionale sugli anziani e dibattiti etici sul tema dell’invecchiamento
Obiettivo 2: preparare la società alla transizione demografica Integrare la transizione demografica e la longevità nei programmi scolastici Consentire agli anziani di invecchiare a casa, offrendo una diagnosi di adattabilità abitativa quando si richiede un assegno di autonomia personalizzato (APA) Aumentare il posto dell’invecchiamento nelle politiche pubbliche locali grazie ai contratti sanitari locali dei comuni e al regime di sostegno regionale, sviluppo sostenibile e uguaglianza regionale (SRADDET) Sviluppare una riflessione trasversale sulle politiche di longevità, con la creazione di un Istituto per le transizioni all’interno del Fondo di Solidarietà Nazionale per l’Autonomia (CNSA) e una delegazione parlamentare per le transizioni all’Assemblea Nazionale e al Senato.
Obiettivo 3: riconoscere il ruolo degli anziani e valorizzarne la rappresentanza Incoraggiare i canali televisivi a offrire programmi che rispettino una percezione realistica della longevità (ridurre i divari di età nelle coppie, dove le attrici sono spesso molto più giovani degli uomini!) Rafforzare il potere di supervisione del Consiglio Superiore dell’Audiovisivo (CSA) sulla rappresentazione della longevità Creare un certificato di riconoscimento delle competenze, rilasciato alla scadenza di qualsiasi contratto di lavoro dopo i 55 anni, per supportare il passaggio dalla vita lavorativa alla pensione promuovendo il volontariato
In una società che sempre più invecchia a causa del calo demografico, non prendere in considerazione gli anziani, anzi, considerali come non centrali nella vita sociale , tanto che Papa Francesco parla di “società dello scarto” è un errore.
Questa proposta di legge, semplice e non difficile affronta il problema riconoscendo, ove possibile il diritto di invecchiare a casa propria . Mi sembra una proposta di tale buon senso che come italiani dovremmo seriamente prendere in considerazione e senza fare fatica copiare pari pari .
Marco Baratto
Incontri Culturali Franco Italiani

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.