Lettere al direttore

Tengattini (Forza Italia): impensabile la vendita del lungolago di Paratico

La vendita di 500mq del nostro lungolago è una scelta sbagliata e a pagare saranno ancora una volta i paraticesi. È un segnale di debolezza che lederebbe l’immagine del nostro paese perdendo così un patrimonio pubblico storico. Non ci possiamo permettere di svendere un pezzo del nostro lungolago, luogo che caratterizza incontri per ammirare la vista meravigliosa del Lago d’Iseo, dopo che ci abbiamo speso centinaia di migliaia di euro per rendere le «Chiatte» un luogo accogliente ed elegante.

 

Il dietrofront dell’amministrazione comunale che dichiara che «la scelta di vendere è eventuale» ci fa capire quanto le idee nella maggioranza siano poche e confuse. Le risorse che il comune guadagnerebbe (pochissime) ribadiscono che “servirebbero per affrontare la crisi post-covid”, ma ricordiamo, a chi se ne fosse già dimenticato, che Regione Lombardia ha stanziato €200.000 al Comune di Paratico da investire in infrastrutture entro il 31/10/2020. Il nostro consigliere regionale Claudia Carzeri (con il supporto dell’assessore Stefano Bolognini) ha ottenuto finanziamenti per la creazione/riqualificazione dei “parchi giochi inclusivi”.
Auspichiamo che il comune non perda queste preziosissime occasioni di crescita, di manutenzione attraverso i fondi messi a disposizione da Regione Lombardia.
Mi auguro inoltre, che maggioranza e opposizioni possano, responsabilmente, mettersi a un tavolo per trovare un compromesso nell’interesse pubblico per dare a Paratico un’immagine  di crescita e credibilità.

 

Nicola Tengattini Marini – Forza Italia Giovani Paratico

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.