Lettere al direttore

Giovani Forza Italia: un piano Marshall per il turismo

Più informazioni su

Siamo critici con il governo, ma restiamo responsabili perché la nostra natura e la nostra cultura liberale ci impone nei momenti di difficoltà di aiutare e collaborare con le istituzioni per dare il meglio al Paese.
Forza Italia guarda al futuro di migliaia di imprenditori che rischiano di veder fallire la propria attività.
Il turismo sarà il settore più compromesso ed è decisivo per la nostra economia, infatti  contribuisce al PIL Italiano per il 13%, per un valore di 232 miliardi di euro, dando lavoro a 4,2 milioni di persone.
Secondo Federalberghi sono 400 mila i dipendenti stagionali turistici dei quali lo stato si è completamente dimenticato e ha assicurato loro zero garanzie.
Per il settore serve un «Piano Marshall per il turismo».

Rilanciamo: l’immediata liquidità a fondo perduto per il settore, l’azzeramento del cuneo fiscale, la deducibilità totale rispetto alle spese per le vacanze 2020 in Italia, sgravi fiscali per spese promozione, credito d’imposta alle imprese turistiche per il canone di locazione, accantonare la direttiva «Bolkenstein» garantendo la proroga delle concessioni balneari fino al 2033 per gli investimenti necessari date le nuove norme sanitarie.
Proponiamo la ripartenza con alla base: una Flat Tax al 15%, l’azzeramento della burocrazia e un piano casa e infrastrutture.
Con 8,5 milioni di cartelle esattoriali e una nuova tassa «patrimoniale» il nemico non sarebbe più il virus, ma lo stato.
Noi siamo e sempre saremo dalla parte delle aziende, delle imprese, degli imprenditori, degli artigiani e dei commercianti.
Per ora da Conte e dalla maggioranza vediamo solo ritardo e confusione.
Noi vogliamo aiutare e non boicottare, ma non siamo soddisfatti di come stanno andando le cose.
Bisognerà fare molto di più, molto meglio e molto in fretta per far ripartire il Paese.

 

Forza Italia Giovani Brescia

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.