Lettere al direttore

Richiamo insufficiente, Dalla Torre dimettiti dall’Aler

L’ Associazione “Diritti per tutti” ritiene del tutto insufficiente il “richiamo” del Presidente Aler “per un comportamento più consono al suo ruolo” rivolto al Direttore generale Della Torre, che tra l’altro non si è neanche scusato ma ha pateticamente giustificato i suoi insulti contro le Sardine come “personali opinioni, colorite e goliardiche”; di fatto rivendicandoli.

 

Il direttore generale Della Torre deve essere allontanato dal suo importante ruolo non solo per queste volgari invettive, non solo perchè è sicuro che abbia partecipato a raduni fascisti dei nostalgici della Decima Mas e a quelli per celebrare il Duce a Predappio, ma anche e soprattutto perchè sta seminando l’odio tra gli inquilini dell’Aler, partecipando a conferenze stampa politiche della Lega nord nei quartieri popolari dove si attaccano famiglie considerate problematiche utilizzando la categoria di “immigrati” (vedasi resoconti della conferenza stampa) per alimentare diffidenza e contrapposizione contro le persone di origine migranti, usate come capri espiatori di quello che non funziona nei caseggiati Aler. Della Torre se ne deve andare perchè sta cercando di procedere con sfratti contro famiglie vittime di morosità incolpevole che con difficoltà hanno però ricominciato a pagare l’affitto, con una rateizzazione per estinguere il debito arretrato, provocando gravi tensioni, anche quando esistono relazioni dei servizi sociali sulla fragilitàdi questi nuclei e tentativi del Comune di Brescia di risolvere le situazioni senza sbattere persone vulnerabili in mezzo ad una strada.

Per questo motivo saremo davanti all’ Aler in Viale Europa 68 a Brescia giovedì 12 dicembre alle ore 16,30 come primo momento di mobilitazione che proponiamo a tutte le realtà che rifiutano e vogliono contrastare le politiche di odio e di contrapposizione razzista che minano la convivenza interculturale della nostra città.

 

Associazione Diritti per tutti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.