Lettere al direttore

Fabrizio Benzoni, “ecco perchè ho scelto Azione”

A mezzanotte e 1 minuto del 21 novembre 2019 ho fatto la prima tessera di un partito nazionale della mia vita: Azione, la neonata formazione politica che vede l’Europarlamentare Carlo Calenda e Senatore Matteo Richetti tra i promotori.
Fino ad oggi, seppur con impegni attivi nella vita amministrativa della città, non ho mai trovato una visione politica nazionale capace di conquistarmi per competenza e idee concrete, nonché per il valore delle proposte e della parola data. Non ho mai votato con slancio ed entusiasmo un partito nazionale, quasi sempre ho ripiegato sul “meno peggio”, credo come milioni di italiani, e sono stufo di farlo.
Il mio impegno locale, quello con Brescia per Passione che rappresento in Consiglio Comunale, resta invece immutato. Come è sempre stato, la nostra associazione é molto aperta e libera, rappresenta pensieri nazionali differenti uniti da valori locali comuni. Insieme a me altri amici dell’associazione hanno aderito ad Azione, cosi come altri soci seguono percorsi nazionali con altre realtà del Centro Sinistra come Italia Viva e +Europa.

 

Laura Castelletti ci ha sempre stimolato a guardare la politica che si sviluppa oltre il confine cittadino, a dare il nostro contributo al di là della Loggia. La forza di Brescia per Passione è proprio quella di unire sulla base di idee locali e di una visione concreta della Brescia del futuro che vogliamo.
La scelta per me di aderire ad Azione di Carlo Calenda rappresenta invece la voglia e la volontà di parlare anche di temi nazionali, di confrontarmi e di mettere la mia esperienza amministrativa, come quella lavorativa e sociale, a disposizione di battaglie politiche per dare un futuro migliore al nostro Paese.

 

Fabrizio Benzoni, Brescia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.