Quantcast

Lettere al direttore

Discarica Bosco Stella nello “Sblocca Italia”?

(red.) Abbiamo letto negli scorsi giorni dell’ennesimo sollecito ai sindaci di Brescia e Milano affinché, quali azionisti di maggioranza, impongano ad Aprica/A2A il ritiro della richiesta per la discarica di Bosco Stella.
Leggemmo pure, dopo che su Repubblica venne riportato che la discarica in questione comparirebbe nell’elenco delle opere del decreto “Sblocca Italia” da realizzare perché di rilevanza strategica nazionale, della lettera al Presidente del Consiglio Renzi, inviata dai sindaci di Castegnato, Ospitaletto, Paderno Franciacorta e Passirano. In proposito, ci domandiamo: qual’è la reale volontà di Pisapia e Del Bono e le voci sull’inserimento della Discarica Bosco Stella nello “Sblocca Italia” sono davvero una bufala? Marino, Sindaco di Roma, dalla Gruber su La7, ha pubblicamente dichiarato, lo scorso mese, che la monnezza romana finisce nell’inceneritore di Brescia.
Proviamo a fare un semplice ragionamento, a fare il classico 2 più 2: se prendiamo l’emergenza rifiuti a Roma, causata dalla chiusura della megadiscarica di Malagrotta; ad essa sommiamo il soccorso dei sindaci amici per smaltire la monnezza romana nell’inceneritore di A2A; uniamo la conseguenza che, per ogni tonnellata di rifiuti inceneriti, 300 kg di ceneri residue devono poi essere tumulate in discarica; addizioniamo che Aprica/A2A necessiterebbe di una nuova discarica, essendo in esaurimento quella di Montichiari ove ora vengono collocate le ceneri; a quale risultato si giunge: la discarica di Bosco Stella è opera di importanza strategica nazionale!!! Più che una bufala, ci pare una CHIANINA TOSCANA!
M(arino) + P(isapia) + D(el Bono), ovvero nel M(omolo) dal P(artito) D(emocratico)? Esercizio goliardico? Certamente, ma quanto lontano dal vero?

CivicaMente Cittadini di Ospitaletto

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.