Quantcast

Leolandia cerca 70 collaboratori per l’apertura di marzo

Più informazioni su

(red.) Entusiasmo, attitudine al sorriso e propensione ai rapporti con il pubblico: sono questi i requisiti essenziali per lavorare a Leolandia, tra i più famosi parchi divertimento per famiglie in Italia, fianco a fianco con Masha e Orso, i Superpigiamini e gli altri protagonisti dei cartoni animati!
Leolandia, che a pieno regime impiega 600 persone, riaprirà i battenti dopo la consueta pausa invernale a partire da sabato 12 marzo ed è ancora alla ricerca di 70 collaboratori di ambo i sessi, destinati a diverse aree di attività del parco.

Più in dettaglio: operatori giostre e giochi a premio, addetti alle biglietterie all’accoglienza e all’assistenza clienti, addetti alla ristorazione con o senza esperienza, commessi, animatrici e animatori attoriali, addetti al truccabimbi, magazzinieri e operatori generici settore pulizie. A questi si affiancano un account grafico creativo, un account web content creator, un manutentore meccanico e un tirocinio per sondaggi e ricerche.
I colloqui si svolgeranno nelle prossime settimane e saranno seguiti da un periodo di formazione sul campo prima dell’apertura, per consentire anche a chi non ha esperienza di apprendere le dinamiche del lavoro in un contesto particolare come quello di Leolandia. Per segnalare la propria candidatura o richiedere informazioni è possibile consultare il link “Lavora con Noi” del sito https://www.leolandia.it/lavora-con-noi.html.
Leolandia ha ricevuto per ben 6 volte l’Oscar come Miglior Staff ai Parksmania Awards, premio annuale dedicato ai migliori parchi divertimento italiani e, anche grazie al suo Staff, si trova da 4 anni al 1° posto tra i parchi italiani più amati nella classifica di Tripadvisor.
Si precisa che tutte le ricerche di personale contenute nella sezione “Lavora con Noi”, e quindi nelle sotto aree, sono rivolte ad ambo i sessi ai sensi delle leggi L. 903/77 e successive modifiche e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03 e s.m.i.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.