Quantcast

Dalla Regione 57,3 milioni nel biennio 2022-2023 per l’inserimento lavorativo dei disabili

Più informazioni su

(red.) Oltre 57,3 milioni per il biennio 2022-2023 a favore dell’inserimento lavorativo delle persone con disabilità, oltre che dei giovani con diagnosi funzionale di disabilità, a cui è destinato il 30% delle risorse. Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale.
Le risorse stanziate andranno a supporto della Dote lavoro-disabilità, della Dote impresa, del Collocamento mirato, di Azioni di Rete, del Promotore 68 e dell’Orientamento al lavoro. In questo ambito viene quindi valorizzato il ruolo delle cooperative di tipo B nei percorsi di inserimento lavorativo delle disabilità di tipo relazionale. E viene inoltre confermata l’azione di rete come modello che valorizza il coinvolgimento di diversi soggetti pubblici e privati con il coordinamento del collocamento mirato.
“Oggi più che mai”, spiega Floriano Massardi, vicecapogruppo regionale della Lega, “l’inserimento nel mondo del lavoro delle persone con disabilità risulta essere una delle priorità di Regione Lombardia ed è per questo motivo che si sta facendo di tutto per permetterlo. Già la Lombardia risulta essere la regione italiana con la percentuale più alta di occupati nel mondo della disabilità. Viene confermato e rifinanziato quindi il sistema dei servizi per il lavoro e rivolto alle persone con disabilità disoccupate. Così come alle imprese che assumono persone con disabilità”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.