Quantcast

Timken verso i licenziamenti, lunedì l’incontro azienda-lavoratori

Si tratta di un atto dovuto, previsto dalla legge. Ma finora non ci sono stati spazi per una trattativa e la proprietà ha sempre chiuso le porte a un ripensamento. 105 persone resteranno a casa.

Più informazioni su

(red.) Nella giornata di venerdì 27 agosto Timken ha spedito alle rappresentanze sindacali dei dipendenti dell’impianto di via Fiume Mella a Cogozzo di Villa Carcina un avviso di convocazione per le ore 10 di lunedì mattina, 30 agosto, a un incontro nel quale verranno esaminati, come previsto dalla normativa, eventuali spazi per evitare la procedura di licenziamento.
Dall’avvio formale della procedura, avvenuto mercoledì 25, la legge concede 75 giorni perché si cerchi un accordo tra le parti. Scaduto il termine, scatteranno i licenziamenti e i dipendenti verranno messi in cassa integrazione.

Si tratta quindi di un atto dovuto da parte di un’azienda che ha deciso di chiudere e lasciare a casa i lavoratori. Alla Timken sono impiegate 105 persone: 82 operai, 19 impiegati, tre quadri e un dirigente.
Questa mossa, quindi, è solo il primo passo verso i licenziamenti dato che non sembrano esserci spazi per una trattativa. Anche l’incontro programmato la settimana scorsa al Ministero dello Sviluppo Economico non ha prodotto risultati poiché la proprietà ha chiuso la porta a ogni mediazione, confermando la decisione di abbandonare Villa Carcina e licenziare tutti.  L’incontro avverrà in videoconferenza per le normative anti-Cocid.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.