Quantcast

Amazon cerca personale per il nuovo centro di Cividate al Piano

Più informazioni su

(red.) Amazon in collaborazione con Gi Group, ha avviato il processo di selezione del personale di magazzino del nuovo centro di distribuzione di Cividate al Piano, in provincia di Bergamo. Da alcuni giorni, infatti, è possibile candidarsi alle posizioni di operatore di magazzino presso il nuovo stabilimento, in cui l’azienda prevede di creare 900 posti di lavoro a tempo indeterminato entro tre anni dall’avvio dell’attività. Collegandosi al sito, chiunque sia interessato a lavorare in Amazon avrà anche la possibilità di iscriversi agli incontri virtuali (Recruiting Day), organizzati da Gi Group, durante i quali sarà presentato nel dettaglio come funzionerà il processo di selezione e le peculiarità delle mansioni. La ricerca dei profili per le posizioni manageriali e le funzioni di supporto del nuovo magazzino è tutt’ora in corso e ci si può candidare su www.amazon.jobs.

 

I dipendenti saranno assunti al quinto livello del Contratto Nazionale del Trasporto e della Logistica con un salario d’ingresso pari a €1.550 lordi, tra i più alti del settore, e numerosi benefit.
Il sito costituirà un rilevante fattore di crescita economica e occupazionale per il territorio di Cividate al Piano e dei comuni limitrofi. Sarà il primo centro di distribuzione in Lombardia e la decima struttura aperta da Amazon nella regione in cui ha già creato 1.800 posti di lavoro a tempo indeterminato. L’azienda, infatti, ha già aperto le proprie sedi aziendali a Milano, un centro di smistamento a Casirate d’Adda (BG), un centro di distribuzione urbano Prime Now a Milano, sei depositi di smistamento situati a Milano, Origgio (VA), Buccinasco (MI), Peschiera Borromeo (MI), Burago di Molgora (MB) e Castegnato (BS). Per il 2021, Amazon ha inoltre annunciato l’apertura di un nuovo deposito di smistamento a Pioltello (MI).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.