Quantcast

Castello di Brescia, presto aperta al pubblico la “Strada del soccorso”

(red.) Sono iniziate le operazioni per la messa in sicurezza della “Strada del soccorso” del Castello di Brescia, da anni purtroppo chiusa al pubblico a seguito di frequenti distacchi di pietrame dalle alte pareti in roccia e dai paramenti murari che ne delimitano il tracciato.
Non potendo utilizzare metodi tradizionali (ponteggi) per mettere in sicurezza il percorso, l’intervento è stato affidato alla ditta Melotti Dario di Vezza d’Oglio (Bs), che possiede notevole esperienza per lavori in fune con tecniche alpinistiche.

Strada del Soccorso presto restituita alla città di Brescia

Saranno effettuate operazioni di pulizia da arbusti sui versanti in muratura e sulle pareti in roccia mediante utilizzo di attrezzatura adeguata al taglio delle ceppaie e delle piante. Si passerà poi alla rimozione di massi pericolanti e di ogni altra porzione rocciosa o muraria in equilibrio precario e all’eventuale risanamento della muratura tramite un’accurata pulizia delle fughe. Saranno inoltre rimosse le malte disgregate che saranno sostituite con malte di calci idrauliche, simili per composizione e colorazioni a quelle esistenti. Saranno riposizionati o sostituiti i conci di pietra con altri dalle caratteristiche simili nei punti dove sono presenti nicchie cavernose che potrebbero comportare ulteriori cadute. Infine, sarà effettuata una pulizia con idropulitrice a pressione controllata, per rimuovere depositi di muschi e licheni.
L’intervento durerà all’incirca 30 giorni lavorativi e dovrebbe quindi concludersi entro la fine del mese di maggio, salvo imprevisti dovuti alle condizioni metereologiche. I lavori, eseguiti nell’ambito di un affidamento più ampio di circa 41mila euro, avranno un costo di circa 32mila euro più Iva al 10%.

Strada del Soccorso presto restituita alla città di Brescia

La strada, che serviva come via di fuga per consentire l’uscita o l’ingresso di soldati e di approvvigionamenti in caso di assedio della fortezza, venne costruita nel Trecento per mano dei Visconti e ampliata due secoli più tardi dai Veneziani. Venne anche utilizzata dagli avversari per scopi opposti (sacco di Brescia del 1512 e durante le vicende delle 10 giornate nel 1849). L’ingresso per la visita alla Strada del Soccorso è situato nella zona nordoccidentale del Castello, adiacente alla palazzina Ufficiali e si snoda nella parte alta all’interno di una galleria, mentre nella parte inferiore è stretta tra due muri di pietra realizzati a ridosso della parete rocciosa su cui è costruito il Castello.

Strada del Soccorso presto restituita alla città di Brescia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.