Quantcast

Sant’Afra, inaugurato il nuovo (bellissimo) teatro

Domenica ala cerimonia era presente il vescovo Luciano Monari, ma anche personalità del mondo economico come Marco Bonometti di Aib.

Più informazioni su

(red.) Bello e irriconoscibile. Questi due aggettivi bastano per definire il nuovo volto che i lavori di ristrutturazione hanno saputo dare al teatro dell’oratorio Sant’Afra, dietro piazzale Arnaldo.
Prima rappresentazione ufficiale andata in scena è stata proprio l’inaugurazione della sala che si è svolta domenica, alla presenza tra gli altri del vescovo di Brescia, monsignor Luciano Monari. Un teatro dicevamo, ma anche un auditorium un sala per concerti, conferenze, cineforum. Un restyling totale quello svolto dallo studio di architettura Montini – Pellegrini. Elegante parquetin legno, comode poltrone color pastello, e al soffitto pannelli che amplificano e rendono l’acustica ottimale. “La parola di Diola si può ascoltare in chiesa, ma anche in altri luoghi”, ha detto Monari durante il discorso inaugurale.
Al taglio del nastro, tra le varie autorità, c’era pure il presidente di Aib, Marco Bonometti. “La mia presenza qui testimonia anche l’attenzione degli industriali e degli imprenditori per la comunità in cui operano.  Gli oratori da sempre sono luoghi di aggregazione importantissimi, in cui ti insegnano i valori fondamentali per affrontare la vita”. 

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.