Quantcast

Via Triumplina, nuova riqualificazione

Più verde, passaggio pedonale e un nuovo ponte all'angolo con via Branze. Valore complessivo 220mila euro, ma l'operazione è stata fatta a scomputo oneri.

(red.) Nuovo look per via Triumplina.
Si sono conclusi i lavori di riqualificazione nell’area all’angolo con via Branze, a lato della Facoltà di Ingegneria. Un’operazione promossa dalla società BIC s.r.l. che ha sottoscritto una specifica convenzione urbanistica con la quale si impegnava a farsi carico, a scomputo degli oneri dovuti al Comune di Brescia, della riqualificazione degli spazi pubblici al contorno del proprio fabbricato.
E’ stato così rinnovato ed ampliato l’edificio preesistente e ridisegnate le aree aperte. Complessivamente sono state cedute al Comune di Brescia 706 mq di aree con opere pubbliche e 982 mq di aree private sono state asservite ad uso pubblico, con nuovi spazi pedonali aperti al pubblico transito. “Un altro tassello di città è stato riqualificato”, ha commentato l’assessore ai lavori pubblici Mario Labolani, “nell’ottica di rendere più comodi e sicuri i percorsi pedonali e ciclabili, oltre a creare piccoli e confortevoli spazi di sosta nel verde”.
Nuovi percorsi pedonali infatti circondano l’intero lotto, rendendolo permeabile ed attraversabile in ogni direzione; lungo le vie Triumplina e Branze sono stati realizzati nuovi marciapiedi, accoppiati a piste ciclabili per completare gli itinerari esistenti, mentre sul fronte est, fra gli edifici riqualificati e la facoltà di Ingegneria, è stato ricavato, tramite la demolizione di volumi accessori dei preesitenti fabbricati artigianali, un nuovo percorso ciclopedonale parallelo al fiume Garza che si ricollega al tratto realizzato alcuni anni fa più a nord.
“Ora è dunque possibile per i pedoni e le biciclette”, ha continuato Labolani, “percorrere un itinerario protetto, parallelo al fiume, che da via Branze conduce fino a via Vallotti, senza transitare per la trafficata via Triumplina”. Il percorso è stato abbellito, con una pavimentazione in pietrisco rosa cementato. Lo spazio per il percorso a fianco del fiume è stato ricavato grazie ad un’impegnativa opera di ingegneria idraulica ed ambientale di rifacimento dell’alveo del fiume Garza con la tecnica delle “terre armate”: il precedente basso argine del fiume è stato rinforzato ed alzato, rimodellandone la pendenza laterale, con beneficio per la sicurezza idraulica e la transitabilità ai suoi lati.
Per agevolare percorsi comodi, diretti e sicuri per gli studenti delle vicine facoltà, è stato realizzato anche un ponte pedonale, con piano di calpestio e parapetti in legno, che scavalca il fiume Garza, connettendo le nuove aree verdi sul fronte dell’Università ai nuovi spazi pedonali e commerciali verso via Triumplina.
Il nuovo complesso edilizio ospita, oltre alle numerose attività commerciali, anche appartamenti in affitto (tra gli inquilini ci sarà anche Mario Balotelli) e al piano terra è concepito in ottica ampiamente pubblica, con aree pedonali pavimentate con pregiate lastre di pietra di serizzo, aiuole arredate di arbusti da fiore, panche per la sosta e porticati pubblici illuminati.
Sul fronte di via Triumplina è stata realizzata una corsia di accesso a nuovi parcheggi, con 12 posti auto, oltre ad un’aiuola con filare d’alberi che separa il nuovo marciapiede e la pista ciclabile dalla carreggiata di via Triumplina. “I nuovi alberi e il rimodellamento stradale su questo fronte si riconnettono al più esteso progetto di riqualificazione dell’intera via Triumplina, portato avanti per fasi successive dall’amministrazione”, ha concluso Labolani, “e già attuato in gran parte con le opere di riqualificazione degli ultimi due anni della via Triumplina, realizzate tramite le opere complementari al Metrobus”. Sul retro dell’edificio sono stai invece piantate numerosi alberi di tipo Acer platanoides, e le aree a prato sono dotate di irrigazione.
Il costo dei lavori, sostenuto interamente dalla società BIC s.r.l.. a scomputo degli oneri di urbanizzazione dovuti per le nuove costruzioni, ammonta ad un totale di circa 220.000 euro ed è ripartito tra 30.559 euro per le opere di urbanizzazione primaria; 179.420 per le opere di urbanizzazione secondaria. Il progetto e la Direzione lavori sono dello Studio Fermi, per conto della società BIC s.r.l..L’impresa appaltatrice dei lavori è la CBD Costruzioni srl di Brescia. Le opere sono state concordate con i tecnici del Settore Urbanistica per la definizione dell’inserimento urbanistico e con i tecnici del Settore Manutenzione Spazi Aperti del Comune di Brescia per la parte progettuale esecutiva e cantieristica.
“Un altro esempio di opere realizzate in partnership tra pubblico e privato”, ha concluso l’assessore all’urbanistica Paola Vilardi, “con questa sistemazione e l’arrivo della metropolitana, anche una zona industrializzata come la via Triumplina diventa appetibile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.