Quantcast

Conto online per le imprese, quali sono i vantaggi che i manager apprezzano

Più informazioni su

    (red.) La gestione delle operazioni finanziarie e dunque il monitoraggio dei flussi di denaro in entrata e in uscita, rappresenta il cuore pulsante di qualsiasi attività imprenditoriale a prescindere dalla sua specifica dimensione. Tali realtà, chiamate a destreggiarsi in un mercato sempre più competitivo, sono obbligate all’apertura di un conto corrente business. Di che cosa si tratta? E’ uno strumento che consente di agevolare la fase di controllo step by step in ambito contabile. Il conto corrente aziendale è un alleato molto importante sia per le imprese che per i professionisti titolari di una partita IVA. Questi ultimi traggono grande vantaggio da una corretta separazione dei flussi finanziari, distinguendo tra il patrimonio personale e quello legato all’attività di lavoro.

    Oggi si assiste a un sostanziale cambio di passo, che mette virtualità e digitalizzazione al centro di moltissime attività del vivere quotidiano. Ecco perché sempre più spesso le realtà imprenditoriali scelgono di ricorrere all’attivazione di un conto aziendale online con iban italiano.
    Gli istituti digitali come Qonto mettono a disposizione delle imprese tutta una serie di servizi ad hoc. Per esempio, l’istituto bancario francese offre la possibilità di attivare fino a cinque conti business con iban italiano. Permette di scaricare l’estratto conto con un clic e di consultare la lista completa dei movimenti online. Offre inoltre la possibilità di effettuare pagamenti e ricevere bonifici, pagare tasse e bollettini, senza dimenticare che vengono messi a disposizione sistemi gestionali con archiviazione di documenti.

    Come scegliere il conto business e quali aspetti valutare
    Il conto corrente bancario è uno strumento legato a uno specifico iban il quale, sia con riferimento all’attivazione da parte di aziende che di privati, agevola la gestione delle finanze. Quello offerto da Qonto è 100% online e offre servizi calibrati per supportare in particolar modo PMI, professionisti e start up. Simili strumenti sono molto apprezzati dalle imprese a prescindere dalla loro dimensione, poiché risultano estremamente efficienti. Tra i vantaggi che sono in grado di offrire c’è l’ottimo servizio clienti ultra reattivo rispetto alle banche tradizionali, che restano legate a una fitta (e costosa) rete di filiali fisse. C’è poi una estrema trasparenza per tutto ciò che concerne i piani e le relative condizioni economiche: nessuna commissione di attivazione, costi chiari e facili da consultare, e nessuna sorpresa a fine mese.

    Quando arriva il momento di scegliere lo strumento da affiancare al proprio business, bisogna innanzitutto valutare gli specifici costi di gestione, la flessibilità e l’efficacia delle app a supporto delle diverse attività tecniche, così come anche il grado di innovazione delle specifiche funzionalità che vengono offerte all’utente. È essenziale fare una stima del numero di operazioni da effettuare con cadenza mensile e, in base a questi dati, destreggiarsi tra le diverse formule a disposizione. È inoltre possibile collegare al conto business, per esempio, anche delle carte di debito per poter snellire il momento dei pagamenti. Ma come si attiva il conto? Aprire un conto business online è molto più facile e veloce rispetto alle formule offerte da banche tradizionali. Non serve recarsi fisicamente in filiale né fare lunghe file per firmare documenti: bastano pochi clic.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.