Quantcast

Daimler Mobility e Visa: partnership globale per il commercio digitale direttamente nell’auto

Più informazioni su

(red.) Grazie alla nuova partnership tecnologica globale tra Daimler Mobility e Visa, Daimler punta a diventare la prima azienda automobilistica in Europa a offrire pagamenti in-car “nativi”. In questo modo, l’inserimento di password o il fare affidamento su dispositivi mobili per l’autenticazione dei pagamenti potrebbero essere presto un ricordo del passato, dal momento che il veicolo stesso si trasforma in un dispositivo di pagamento biometrico, grazie alla tecnologia Delegated Authentication di Visa.

A partire dalla primavera del 2022, i clienti Mercedes-Benz in Regno Unito e Germania, oltre che in altri mercati europei a seguire, saranno abilitati a effettuare pagamenti utilizzando un sensore di impronte digitali in auto. Gli acquisti potranno essere effettuati direttamente attraverso l’unità principale dell’auto (MBUX). La soluzione sarà disponibile in ulteriori mercati a livello globale in una fase successiva.

Il commercio in-car rappresenta un aspetto importante nell’esperienza dei clienti di lusso. Per esempio, la piattaforma di pagamento globale di Daimler Mobility, chiamata Mercedes Pay, permette ai clienti di acquistare beni e servizi direttamente nella propria auto, compresi i servizi “Mercedes me”, così come per altri casi d’uso fra cui il rifornimento e il parcheggio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.