Quantcast

Poste Italiane, via libera alla pratica di successione anche online

E' sufficiente registrarsi (per chi non l'ha già fatto) su poste.it. Poi recarsi con i documenti all'ufficio scelto.

(red.) Dall’altro giorno, martedì 9 giugno, in quattro regioni italiane, Lombardia compresa, la pratica di successione per quanto riguarda i familiari dei deceduti – il Covid purtroppo è solo una coincidenza – che possedevano libretti, depositi e conti correnti in Poste Italiane può essere svolta online, senza dover fare la fila agli uffici e dovendo rispettare tutte le misure di sicurezza attuali. Un servizio, quello che coinvolge Lombardia, Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, attivato anche in provincia di Brescia.

Nel nostro territorio sono 413 mila i libretti di risparmio e 790 mila i titoli in buoni fruttiferi aperti e acquistati dai risparmiatori, che siano pensionati o lavoratori. Nel momento in cui, purtroppo, gli stessi titolari vengono a mancare, la pratica di successione prevedeva file e continui movimenti verso l’ufficio postale. Ma ora, come spiega anche Giovanni Accusani a capo della sezione del nord ovest di Poste Italiane, il meccanismo è molto semplice.

E’ sufficiente cliccare in “Successioni” che si trova all’interno del menù a tendina di “Servizi al cittadino” sul portale www.poste.it. Per chi è già registrato il servizio è molto semplice, mentre altri interessati dovranno registrarsi e selezione uno dei 167 uffici in provincia dove concludere la pratica. Terminata la procedura online, gli eredi potranno presentarsi all’ufficio postale indicato per consegnare i documenti originali e lasciare l’incarico all’Agenzia delle Entrate per completare la procedura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.