Covid e tecnologia, Anps dona braccialetti agli Spedali Civili

I dispositivi vengono dati ai pazienti dimessi dopo il ricovero per il virus. Monitorano i parametri in tempo reale.

(red.) Un filo di solidarietà che lega Brescia e Amatrice attraverso l’Associazione Nazionale della Polizia di Stato. Nella giornata di ieri, venerdì 15 maggio, proprio l’Anps ha donato agli Spedali Civili di Brescia un centinaio di braccialetti tecnologici che permettono di monitorare in remoto i parametri dei pazienti dimessi dopo essere stati ricoverati in ospedale a causa del coronavirus.

E la solidarietà e il pensiero si fanno ancora più concreti nel momento in cui a ogni braccialetto è stato dedicato il nome di 21 persone dell’Associazione che hanno perso la vita, ma anche ai loro familiari. La tecnologia fornita dai braccialetti, prima del genere a venire sperimentata a Brescia rispetto all’Europa, consente di trasmettere in automatico i parametri dei pazienti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.