Coronavirus, Civile sarà centro Covid per il dopo emergenza

Domani gli assessori lombardi Caparini e Gallera saranno all'ospedale per presentare il progetto: 180 posti letto.

(red.) L’ospedale Civile di Brescia è stato individuato come polo a livello lombardo dove gestire la fase successiva all’emergenza da coronavirus. Le anticipazioni arrivano dal Giornale di Brescia che sottolinea anche come domani, sabato 4 aprile, gli assessori regionali al Bilancio – il bresciano Davide Caparini – e al Welfare Giulio Gallera saranno proprio al Civile per presentare il progetto. Sarà ricavato un padiglione in uno spazio ora non utilizzato e nel quale ricavare 180 posti letto.

Sarà un vero e proprio centro Covid-19 al quale sta lavorando anche il direttore generale degli Spedali Civili Gianmarco Trivelli. Il padiglione, nell’ambito di un progetto iniziale e che sarà da esempio, sarà isolato dal resto della struttura e attrezzato, per un costo totale di quasi un milione di euro. Di fatto, questa novità renderà inutile l’ospedale da campo che da più parti viene ancora richiesto.

E lo stesso assessore Caparini ha rimarcato il fatto che l’ospedale “diffuso” bresciano, ricavando decine di posti letto in tutte le strutture, abbia funzionato evitando di dover allestire un nuovo ospedale. Nella nuova struttura ricavata al Civile i pazienti affetti da Covid-19 saranno curati e i medici potranno operare con tutte le condizioni di sicurezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.