Quantcast

Brescia diventa digitale, in arrivo la fibra ottica

Entro il prossimo autunno la banda ultra larga raggiungerà 70 mila case in città. Un vantaggio per tutto il sistema. Coinvolge anche altri in provincia.

Più informazioni su

(red.) Entro il prossimo autunno in 70 mila case bresciane cittadine, ma anche in diversi paesi della provincia ancora sprovviste, si potrà viaggiare in internet con la banda ultralarga e la fibra ottica. Merito del progetto di A2a con Open Fiber che si occupa del cablaggio. L’iniziativa fa parte della strategia italiana che era stata approvata nel marzo del 2015 e nell’ambito dell’Agenda digitale. L’obiettivo all’ombra della Loggia è di sfruttare 16 milioni di euro di investimento per rifornire dove non c’è e potenziare al massimo dove l’infrastruttura è già presente, la rete ad alta velocità.

Ad effettuare i lavori con A2a sarà Open Fiber che è la società partecipata da Enel e da Cassa depositi e prestiti. Ci saranno dei piccoli cantieri da Casazza fino alla zona della questura di San Polo per svolgere gli interventi e fornire la fibra ottica. Poi ogni singolo cliente, sfruttando la rete, può fare riferimento alle varie compagnie telefoniche da sfruttare per usare il servizio. Un vantaggio non solo per i cittadini, ma anche per le imprese, la pubblica amministrazione, le scuole, impianti e videosorveglianza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.