Per…Corri la Pace: da Brescia in Sicilia per dire “no” alle mafie

L'iniziativa, promossa dalle Acli bresciana, è giunta alla 12esima edizione. Quest'anno "le pedalate contro la mafia" per ricordare il 30esimo anniversario delle stragi di Capaci e Palermo.

Brescia. «Per ricordare i 30 anni delle stragi di Capaci e di via D’Amelio, i 40 anni dall’omicidio di Carlo Alberto Dalla Chiesa e di Pio La Torre. Don Pino Puglisi, Peppino Impastato, Danilo Dolci».
I temi della legalità, della lotta alle mafie, alla corruzione, ai fenomeni di criminalità e a chi li fomenta, fondanti e costitutivi nella costruzione di un mondo più giusto, più equo, pacificato, accompagneranno le pedalate della 12esima edizione di «Con Per… Corri la Pace pedalate contro la mafia», iniziativa promossa dalle Acli bresciane.
«Durante il percorso- viene spiegato nella presentazione dell’evento, della durata di cinque giorni (a partire da giovedì 8 settembre) e che coinvolgerà 88 ciclisti su un percorso di 500 km- avremo l’opportunità di incontrare non solo chi si impegna “contro”, ma anche chi lavora “per”: per la giustizia sociale, per la ricerca di verità, per la tutela dei diritti, per una politica trasparente. Visiteremo esperienze di pace-giustizia-solidarietà-cura».

Cinque tappe in un territorio ricco di storia, arte, cultura, bellezza: Punta Raisi-Cinisi-Capaci-Monreale-Palermo; Palermo-Portella della Ginestra-Corleone-Sciacca; Sciacca-Cattolica Eraclea-Agrigento-Sciacca; Sciacca-Mazara del Vallo-Marsala-Trapani; Trapani-Erice-Scopello-Trappeto-Punta Raisi.
La prima tappa giovedì 8 setttembre con il volo Volo Linate-Palermo. A Punta Raisi inizio della tappa in bicicletta verso luoghi simbolo della lotta alla mafia :Capaci, Monreale, Palermo. Quindi tappa e incontro al Giardino della memoria (strage di Capaci). Visita al Duomo di Monreale. Bike tour di Palermo. Incontro al Centro di accoglienza Padre Nostro di Brancaccio fondato da don Pino Puglisi.
Venerdì 9 settembre la tappa Palermo, Portella della Ginestra, Corleone, Sciacca improntata sull’impegno di chi si batte per il cambiamento: soste e incontri a Portella della Ginestra e Corleone.
Sabato 10 settembre partenza da Sciacca e passaggio a Cattolica Eraclea, Agrigento, Sciacca dove verrà affrontato il tema “Legalità e cultura” con visita alla Valle del Templi e al giardino dei giusti.

Domenica 11 settembre partenza da Sciacca per Mazara del Vallo, Marsala, Trapani: filo conduttore “La legge del mare”: incontro con i pescatori di Mazara del Vallo, sosta alle saline di Marsala-Isole dello Stagnone.
Lunedì 12 settembre l’ultima tappa attraverso le città di Trapani, Erice, Scopello, Trappeto, Cinisi, Punta Raisi. Tema: “La scienza per la pace”, con sosta a Erice, un tuffo a Scopello, nel passaggio a Trappeto ricordo di Danilo Dolci, sosta al casolare dove è stato ritrovato il corpo di Peppino Impastato. In serata rientro in aereo Punta Raisi-Linate.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.