Quantcast

Festival della Pace, le iniziative in programma martedì 16 novembre

Più informazioni su

(red.) Prosegue martedì 16 la quarta edizione del Festival della Pace organizzato da Comune e Provincia di Brescia, in collaborazione con Fondazione Brescia Musei e Amnesty International e con l’alto patrocinio del Parlamento Europeo.
Alle 9.00 e Alle 11.00 nei locali dell’Istituto comprensivo est 1, in via del Verrocchio 328, verrà messo in scena lo spettacolo “Ele & fanti. Piccola storia di elefanti e annaffiatoi. E di guerra. E di pace”, nell’ambito del “Progetto scuole”, realizzato in collaborazione con l’ufficio scolastico territoriale di Brescia.
Lo spettacolo di Claudio Simeone, racconta Una storia di muri e di carestie, dove la guerra è la più stupida delle scelte e la pace è l’unica soluzione possibile. Un racconto destinato a bimbe e bimbi anche piccolissimi, in forma della favola, i cui protagonisti sono animali. Lo spettacolo è indicato dall’infanzia agli 8 – 10 anni e anche a un pubblico adulto.
Informazioni www.cicogneteatro.com – claudio.cicogne@gmail.com
Alle 16.30 nel Salone del Refettorio del Museo Diocesano in via Gasparo da Salò 13 si terrà l’incontro
“Fratelli tutti”, Riflessioni a partire dall’Enciclica di Papa Francesco a cura di Università degli studi di Brescia e Casa della Memoria, con gli interventi di Emilio Del Bono Sindaco di Brescia, Mons. Pierantonio Tremolada Vescovo di Brescia, Antonello Calore Università degli studi di Brescia, Manlio Milani Casa della Memoria
Ingresso libero con prenotazione consigliata sul sito www.festivaldellapace.it
Alle 18.00 al Teatro San Carlino in Corso Giacomo Matteotti 6 avrà luogo la conversazione con Maria Soresina ”… a così bello viver di cittadini…Dante e una Città di Pace” promosso da Centopercento Teatro e SicComeDante, presentata da Francesco Zambelli SicComeDante con letture attoriali di Antonio Panice Centopercento Teatro.
Con la saggista milanese si parlerà del sommo pota, considerato dai più un irascibile e vendicativo uomo di parte, che mette i suoi nemici politici in Inferno. Ma non è così. Dietro le invettive feroci contro le città italiane, e toscane in particolare, Dante era mosso da un profondo desiderio di pace. La società ideale era per lui da un lato la “Fiorenza in pace, sobria e pudica” di una volta, quando “solea valore e cortesia trovarsi”, dall’altro quella dei beati in Paradiso, che non è un aldilà, ma una Città di Pace, un mondo in cui “diverse voci fanno dolci note”.
Ingresso gratuito – prenotazione consigliata info@siccomedante.it
Informazioni www.siccomedante.it www.centopercentoteatro.it

Si potranno visitare le mostre del Festival della pace:

“La Cina NON è vicina. Badiucao – opere di un arista dissidente”
Dalle 10 alle 18 Museo di Santa Giulia in Via Musei 81/b.
Ingresso gratuito con obbligo di certificazione verde (green pass).
Informazioni www.bresciamusei.com; CUP 030 2977833-834; santagiulia@bresciamusei.com

“Untold stories” del fotografo Muhammed Muheisen.
Dalle 10 alle 18 all’Image Academy Brescia in Corso Giuseppe Garibaldi 16
Ingresso gratuito – prenotazione consigliata www.festivaldellapace.it
Informazioni: concorsomiso@gmail.com

“AT WORK! Lavoro, Società, Comunità nell’arte contemporanea”
Dalle 15 alle 19 sala Scacchi di Mo.ca, in via Moretto 78 mostra d’arte contemporanea di artisti di diverse generazioni e geografie culturali.
Ingresso gratuito – Prenotazione consigliata
Info@morettocavour.com; www.morettocvavour.com; www.acme-artlab.com

“SENZACQUA. Suggestioni e suoni dell’acqua perduta”
Dalle 15.30 alle 21.30 a Bunkervikin Via Federico Odorici, 6 mostra fotografica con installazione con le opere donate dagli artisti agli Archivi Sostenibili, Collezione Permanente del San Marino Green Festival.
Ingresso gratuito – prenotazione consigliata www.festivaldellapace.it
info bunkervik@comune.brescia.it
prenotazioni per le scuole contatti whatsapp – telegram 335 1820961

“No more silence. Nome in codice Caesar”
Dalle 15 alle 19 a San Cristo, Centro Missionari Saveriani via Piamarta 9
Esposizione fotografica relativa alle torture subite dai detenuti siriani nelle carceri sotto la dittatura di Assad,
Ingresso gratuito – prenotazione consigliata
Informazioni: www.weareodv.org; tel 051 262392
le=”font-family: Calibri Light, serif;”>; tel 051 262392

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.