Ono, in centinaia per ricordare Davide ed Andrea

Folta la partecipazione alla fiaccolata in memoria dei due fratellini uccisi lo scorso 16 luglio nel rogo dell'abitazione del padre.

(red.) Erano centnaia le persone che, mercoledì sera, hanno preso parte alla fiaccolata organizzata ad Ono San Pietro, in Valcamonica (Brescia) per ricordare Andrea e Davide Iacovone, i due fratellini morti il 16 luglio del 2013, uccisi nel rogo della casa del padre Pasquale. L’uomo è l’unico indagato per la morte dei bambini. Per lui un processo con rito abbreviato subordinato alla perizia psichiatrica
La manifestazione ha fatto memoria anche di un altro giovane camuno di 21 anni, scomparso per malattia qualche settimana prima della tragedia, Ivan Casalini.
Il corteo, illuminato dalle luci delle candele, era guidato dal parroco don Pierangelo Pedersoli e dal sindaco Elena Broggi. In prima fila Erica Patti, la mamma dei bimbi, i nonni e i parenti. Moltissimi i bambini ed i giovani che hanno preso parte alla processione, a un anno esatto dalla drammatica uccisione dei piccoli.
Quattro le tappe: al cimitero, in cui sono seppelliti i fratellini, nel vicolo in cui sorgerà l’oratorio a loro intitolato, nel prato davanti alla chiesa ed infine nella parrocchiale stessa, dove è stata celebrata la messa in suffragio delle piccole vittime e del giovane camuno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.