Brescia, la 15esima Festa Biancoblù

Da giovedì 24 aprile l'iniziativa organizzata dal gruppo Brescia 1911 a San Polo. Due serate per parlare di daspo e «vittime dello stato».

Più informazioni su

(red.) Prende il via giovedì 24 aprile la 15esima Festa Biancoblù, organizzata dal gruppo Brescia 1911 presso l’area luna park di San Polo a Brescia.
Una manifestazione che oltre alla musica e alla gastronomia vuole anche essere un momento di riflessione sugli episodi di violenza avvenuti negli stadi, come quello che riguarda (in programma venerdì 25 aprile) «le vittime dello Stato», ovvero il caso di «Maurizio Alberti, il tifoso del Pisa morto in circostanze anomale sugli spalti dello stadio di La Spezia nel ’99».
Alle 18 l’incontro pubblico con dibattito, nel corsod el quale verrà proiettato film documentario realizzato dai tifosi e a cui sarà presente il laziale Stefano Gugliotta, «arrestato dalla Polizia in occasione di una gara della Roma di Coppa Italia». E’ previsto anche l’intervento del senatore bresciano del Movimento Cinque Stelle, Vito Crimi.
Il 2 maggio in cartellone c’è la serata «No daspo festival», serata informativa sulle conseguenze legate ai provvedimenti della questura come daspo e foglio di via.
Confermata la presenza della squadra delle rondinelle, capitanata da Marco Zambelli, attesa nel post gara di sabato 3 maggio. La festa biancazzurra non trascura le ragazze del Brescia Calcio femminile, attese alla manifestazione, mentre un altro appuntamento “storico” è l’elezione di Miss Biancoblù.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.