Mortirolo, Fiamme Verdi ricordano la Resistenza

Domenica si è svolto il raduno degli alpini per commemorare il 70esimo dall’inizio della Resistenza. Oltre alle autorità presenti anche centinaia di cittadini.

(red.) Il verde degli alpini nel verde dei boschi del Mortirolo. Le Fiamme Verdi camune sono tornate in uno dei luoghi simbolo della Resistenza bresciana per l’annuale ritrovo, incentrato questa volta sul ricordo del settantesimo dell’inizio della Resistenza stessa e del formarsi delle «Bande ribelli» delle formazioni Fiamme Verdi.
A emozionare la platea domenicale gli interventi la presidente Agape Nulli Quilleri, accompagnata dal partigiano Rocco Camus, il sindaco di Monno Roberto Trotti e l’assessore del Comune di Brescia Federico Manzoni, cui è toccata l’orazione ufficiale. Tutti hanno sottolineato il significato storico della Resistenza e il suo diretto rapporto con la Costituzione che ne è scaturita, ma Agape Nulli Quilleri ha approfittato della ricorrenza per ricordare anche i 710 mila soldati italiani che, proprio nel settembre di 70 anni fa, vennero deportati nei campi nazisti, in seguito al colpo di Stato del Generale Badoglio, e l’eccidio di Corfù e Cefalonia, in cui perirono centinaia di alpini.
Al coro Voci dalla rocca di Breno è toccato il compito di accompagnare la cerimonia con i canti alpini e della Montagna. Ma la domenica è anche il giorno del Signore, quindi al termine della manifestazione, si è tenuta la messa, celebrata sotto il cielo sereno del Mortirolo, da monsignor Tino Clementi, che nella sua predica ha invitato al messaggio evangelico della pace e al ricordo del sacrificio dei molti caduti della Resistenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.