Quantcast

Brescia, quando è il libro ad essere “collezionista”

Numerosissimi bresciani, domenica 1 settembre, al giardino Jean Palach per l’appuntamento mensile de “Il baratto – scambia un libro la mattina al parco”.

Più informazioni su

(red.) Nell’era degli e-book readers, c’è chi ancora non rinuncia al piacere della carta stampata. Se è vero che il formato digitale è comodo e veloce, infatti, la piacevole sensazione che dà avere un volume fra le mani è difficilmente sostituibile.
E il piacere aumenta se oltre alle storie raccontate dall’autore si riescono ad immaginare anche quelle nascoste, quelle che si possono solo intuire. Anche per dare voce a tutte queste storie, forse, è nata l’iniziativa “Il baratto – Scambia un libro la mattina al parco”. L’evento, organizzato dall’associazione “Compagnia Amici del Parco” ha sede al parco Jean Palach  a Brescia una domenica al mese, da maggio a ottobre. Dalle 9 alle 13 del giorno prestabilito, la gente arriva, porta i suoi libri, e se ne va con volumi diversi.
Così, romanzi, biografie, saggi, fumetti, riviste, e chi più ne ha più ne metta, passano di mano in mano, diventano essi stessi narratori, “collezionisti” di diversi padroni. L’idea è nata due anni fa con il sostegno della Circoscrizione Centro e, in seguito, è proseguita grazie all’impegno dell’associazione promotrice.  L’iniziativa, che coinvolge centinaia di persone, è anche occasione di aggregazione. Così, la letteratura diventa anche una cura contro solitudine e alienazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.