Quantcast

Curva Nord, d’ora in poi sarà la “Curva Andrea”

Si è svolta domenica sera, un’ora prima della partita la cerimonia in ricordo di Andrea Toninelli, l’ultras bresciano scomparso in un incidente.

(red.) Si chiamerà Curva Andrea. Niente più indicazioni cardinali per l’ex curva Nord, alle spalle del Parco Castelli.
Domenica 11 agosto, prima della partita di Coppa Italia con il Teramo, è stato il momento della commozione. La società e la tifoseria del Brescia hanno voluto ricordare con una targhetta e l’intitolazione della Curva a suo nome Andrea Toninelli, scomparso la notte tra il 26 e il 27 maggio scorso dopo la tragica uscita di strada del pullman che stava riaccompagnando a casa la tifoseria azzurra dalla trasferta di Livorno.
A commemorare il giovane tifoso, oltre agli amici ultras e ai genitori, anche il Presidente Gino Corioni e Omar Pedrini, che, in memoria di Andrea, ha cantato con le lacrime agli occhi un suo pezzo storico, “Curva Nord”, appunto, scritto dal cantante quindici anni fa, anche lui di ritorno da una trasferta contro l’Avellino. Poi, canti, lacrime e applausi. Tanti i tifosi che, prima di entrare nello stadio, si sono fermati davanti alla targhetta con gli occhiali scuri a nascondere gli occhi lucidi, per dare l’ultimo simbolico saluto a colui che prima di essere un compagno di tifo era un buon amico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.